ARCHIVIO TERRAGNI
ARCHIVIO TERRAGNI

1930

Allestimento vetrina Mazzoletti a Como

Smantellato

 

Il progetto di arredo del negozio Mazzoletti a Como viene realizzato da Terragni per il fotografo del suo studio, forse nel 1930. Anche questa appare una piccola occasione per l'architetto di sperimentare interni moderni: la vetrina prende spunto senza dubbio dal progetti di allestimento della Sartoria moderna .

Del progetto esistono solo una fotografia e tre schizzi. Gli elementi che qualificano l'intervento e l'allestimento della vetrina sono una freccia in rilievo, generata da un riquadro, che raccorda parete e pavimento puntando contro un basso contenitore inclinato; un prisma, esibito di spigolo nel primo schizzo e pannelli espositivi, due dei quali posti a livello del piancito. Il tutto sostanziato da efficaci campiture cromatiche, che sottolineano l'intenso e pertinente fraseggio spaziale degli elementi"

La freccia, utilizzata anche nei precedenti allestimenti, aveva il compito di collegare idealmente la fotografia e la rivista appoggiata sul piano inclinato, a generare una relazione visiva e a focalizzare l'attenzione su un particolare.

All'interno della vetrina, per come è possibile dedurre dagli schizzi, sono usati gli stessi colori del Novocomum, per dare una dimensione temporale psicologica nell'architettura: l'azzurro intenso, usato come forza capace di arginare e l'arancio, come forza capace di rilanciare un movimento nello spazio. I colori dimostrano quanto fosse importante per Terragni la qualità cromatica dell'edificio.