ARCHIVIO TERRAGNI
ARCHIVIO TERRAGNI

1938-1943

Case popolari di via Anzani a Como

con A.Sartoris

Realizzato in parte –via Anzani – 34 – Como -

 

 

Nel 1938 è affidato l'incarico a Giuseppe Terragni e Alberto Sartoris di redigere un progetto per la realizzazione di un quartiere satellite operaio a Rebbio. Per varie vicissitudini il piano non è realizzato e dal progetto di massima del quartiere deriva il tipo di edificio che è utilizzato per la costruzione di tre case popolari in Via Anzani, poi ridotte a due, una alta cinque piani e l'altra tre.

Gli edifici di tipo in linea hanno una distribuzione a ballatoio, che serve i diversi alloggi per piano e organizza dei piccoli spazi pubblici coperti e aperti, ingressi e ambienti di servizio a nord-ovest, luoghi di soggiorno e riposo a sud-est.

Attilio Terragni descrive così il sistema a ballatoio: "[...] Il sistema a ballatoi, il più economico, consente, in questo caso, anche un razionale ordinamento interno, trattandosi di appartamenti piccoli, di due e tre vani al massimo. Pur attenendosi alle dimensioni minime necessarie per l'uso cui l'alloggio popolare è destinato, tutti i vani (cucina, bagno, soggiorno, pranzo e stanza da letto) sono completamente disimpegnati [...]

Il telaio è messo in vista e contiene il ballatoio la cui la fascia del parapetto cementizio completa la facciata su strada, in un sistema simile a quello della Casa del fascio. Il vuoto della scala dà ancora maggior profondita’ all’armonia disadorna della facciata, straordinaria regola anche in quest’opera.